Add this site to your RSS reader!


Results tagged “Umberto Eco” from giusec&frienz

Così, per ingannare il tempo.

| | Comments (2)

Così, per ingannare il tempo. L’elenco di tutti tutti gli annunci pubblici (e immediate smentite) del signor Silvio Berlusconi nelle ultime settimane, secondo la collaudata e ormai arcinota Tecnica del Venditore.

  1. La cordata Italiana pro-Alitalia (evaporata, sembra)
  2. La cordata Italiana con i propri figli
  3. Il CDA di Intesa-San Paolo già pronto a entrare in cordata
  4. La risposta alla precaria promessa in sposa a Piersilvio
  5. I brogli elettronali
  6. Le schede porcata
  7. La sinistra cogliona
  8. Mastella in lista (ma poi no)
  9. Il confronto in TV con Veltroni
  10. Mai fatto un editto bulgaro
  11. Gli sforzi fatti per trattenere Biagi, che però lascia la RAI per godersi la liquidazione
  12. Pronto all’espatrio, se solo lo intercettano ancora
  13. Mai visti i tacchini voler abolire il Natale (in che senso?)
  14. Veltroni colpito da un fulmine sulla via di Damasco, come San Pietro
  15. La chiusura delle frontiere (quali?)
  16. Non si può non fare il traforo del Frejus (che però c’è già dal 1870)
  17. A sinistra c’è chi vorrebbe abolire la moneta come voleva Stalin
  18. Nel ’94 tentò di mettere d’accordo Zaccagnini con Bossi (era Martinazzoli, Zaccagnini è morto nell’89)
  19. Solo i grulli votano PD
  20. Lo stalliere Mangano è un eroe
  21. Mai più ICI
  22. Mai più bollo auto e moto
  23. Totti è fuori di testa
  24. Voglio bene a Totti e la moglie lavora a Mediaset

(altro?)

Populismo Mediatico 2.0.

| | Comments (0)

Come scritto ieri, il signor Silvio B. è tornato baldanzoso alla strategia di sempre: la tecnica del venditore di Echiana memoria (Echiana = Umberto Eco, perdonate la forzatura). Così, dopo il baccano della settimana scorsa sull’allegra Cordata Italica, sul coinvolgimento dei figli (poi smentito), sul coinvolgimento delle banche (poi smentito), ieri tutto è quasi rientrato (quasi: è comunque utile revitalizzare di tanto in tanto, a fini elettorali).

C’è tutto il tempo di condurre in porto le esplorazioni e i contatti già avviati dai consulenti e nessuno è autorizzato a scambiare questi contatti come decisioni già assunte o peggio manifestate. (…) Le indiscrezioni sui nomi non sono certamente mie, come è ovvio, ma di chi evidentemente ha interesse a far fallire un’ipotesi alternativa all’offerta di Air France che, alle attuali condizioni, non ho esitato a definire inaccettabile e umiliante per l’Italia e per i lavoratori della compagnia di bandiera.

C’è tempo, quindi. Eh, già, c’è tempo. Per qualche altra invenzione mediatica. Populismo mediatico, lo chiama Eco. E’ l’effetto bomba, descritto su Micromega tre anni fa.

Un caso tipico di effetto bomba è stata la sparata sul kapò seguita dalla sparata di rinforzo del leghista Stefani contro i turisti tedeschi beoni e schiamazzatori. Gaffe incomprensibile, dato che suscitava un incidente internazionale e proprio all’inizio del semestre italiano? Niente affatto. Non solo perché sollecitava lo sciovinismo latente di gran parte dell’opinione pubblica, ma perché in quegli stessi giorni si discuteva in parlamento la legge Gasparri, con la quale Mediaset affossava definitivamente la Rai e moltiplicava i dividendi.

Io non sono così perspicace, e allora mi chiedo cosa stia tramando adesso. E mi chiedo anche se si tratta di pura campagna elettorale o se qualcosa di grosso bolle in pentola. Qualcosa che possa essere oscurato dalla bomba Alitalia.

E così ci risiamo. Il signor Berlusconi ha ripreso la sua strategia di sempre. Lancia il sasso, poi ritira il braccio. La cordata c’è e ci sono anche i miei figli. Non ho mai detto che i miei figli rientrino nella cordata, sono stato interpretato male. Così infatti ha annunciato ieri:

Ma nemmeno per sogno. Rispondendo ad una domanda ho detto, da imprenditore, se qualcuno dicesse “date una mano…”. Adesso dico assolutamente no, perchè visto che hanno approfittato tirando in ballo addirittura il conflitto di interessi ora vieterei ai miei figli di partecipare in qualunque modo per la strumentalizzazione che la sinistra ha fatto.

Riepilogando: la cordata forse c’è, anzi sicuramente c’è, c’è pure una grande banca (ultim’ora: Mediobanca e Intesa-SanPaolo negano l’interesse e l’ingresso nel capitale Alitalia), ma i figli non ci son più. Stupefacente? No, no. Dieci anni fa, forse. Il signor SilvioB. ci ha ormai abituato a questa tattica.

Umberto Eco, in una sua bustina del 2003 e poi su Micromega nel 2005 la definisce la tecnica del venditore. Eco diceva, a suo tempo.

Egli deve vendere consenso, ma non parla a tu per tu coi propri clienti (…). Deve fare i conti con l’opinione pubblica anche straniera e con i media (che non sono ancora tutti suoi), e ha scoperto il modo di volgere le critiche di questi soggetti a proprio favore. Pertanto deve fare promesse che, buone, cattive o neutre che appaiano ai suoi sostenitori, si presentino agli occhi dei critici come una provocazione. E deve produrre una provocazione al giorno, tanto meglio se inconcepibile e inaccettabile. Questo gli consente di occupare le prime pagine e le notizie di apertura dei media e di essere sempre al centro dell’attenzione. In secondo luogo la provocazione deve essere tale che le opposizioni non possano non raccoglierla, e siano obbligate a reagire con energia. Riuscire a produrre ogni giorno una reazione sdegnata delle opposizioni (…) permette a Berlusconi di mostrare al proprio elettorato che egli è vittima di una persecuzione.

Insomma, la solita tecnica. Alla quale il Signor B ci ha abituato da una decina d’anni. Rispolverata per le elezioni 2008.

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos