Add this site to your RSS reader!


Results tagged “SDA Bocconi” from giusec&frienz

Di diritti moriremo?

| | Comments (2)

Oggi ero in Bocconi a seguire parte della prima giornata di Unthinkables 2012 e, inutile dirlo, tutti i riflettori erano puntati su di lui. Il discorso era preparato (qui lo script in pdf) e ha lasciato ben poco spazio all’improvvisazione. Il meglio di se Marchionne lo ha dato però nella sessione di workshop, dove ha risposto a domande selezionate dall’audience.

Troppo presto per giudicare l’intervento. Per il momento riporto alcune frasi. Poi ognuno tragga le sue conclusioni.

Si dice che gli esseri umani possono vivere quaranta giorni senza cibo, quattro giorni senza acqua e quattro minuti senza aria. Ma nessuno di noi può vivere quattro secondi senza speranza. Oggi sono qui a parlarvi di speranza.

Queste iniziative (nota: si parla di globalizzazione), però, non vanno confuse con la tendenza, in atto da diverso tempo nell’industria dell’auto, a delocalizzare le attività industriali, che viene spesso usata come misura di difesa per affrontare la guerra sui prezzi. Per quanto mi riguarda, credo sia una strategia molto pericolosa

Sono le cose che facciamo e il modo in cui le facciamo che parlano di noi stessi, della nostra visione del mondo, del tipo di persone che vogliamo essere. E solamente le cose che facciamo, ciò che costruiamo, ci rendono ciò che siamo.

A volte, nel nostro Paese, ho l’impressione che ci sia un atteggiamento passivo nei confronti del presente. (…) E’ come se si pretendesse di avere diritto ad un domani migliore senza essere consapevoli che bisogna saperlo conquistare.
Un movimento di lotta (Nota: il sessantotto) pienamente condivisibile, che ci ha permesso di compiere enormi passi avanti nelle conquiste sociali e civili, ha avuto purtroppo un effetto devastante nei confronti dell’atteggiamento verso il dovere.
Se continuiamo a vivere di soli diritti, di diritti moriremo.

Primi articoli qui, qui e qui.

Global MBA Rankings 2011

| | Comments (7)

FT ha appena pubblicato il ranking MBA, nuovo di pacca. Qui. LBS è ancora prima; ormai lo è da 3 anni, che poi per le business school significa da una vita. Le scuole europee risalgono la classifica, a dispetto delle nordamericane. SDA se la cava niente male, e sale dal 35 al 24mo posto nella classifica planetaria e dal 14 al 10mo in quella Europea. Questo è il messaggio ricevuto da Grando, Dean SDA.

Carissimi Alumni, è per me motivo di orgoglio condividere con voi i recenti risultati positivi raggiunti dalla nostra Scuola nel Global MBA Rankings 2011 del Financial Times.

La classifica pubblicata lo scorso lunedì 31 gennaio ha visto il nostro MBA scalare quattro posizioni in Europa, salendo al 10° posto, e ben dieci nel mondo, collocandosi al 28°. Questo traguardo ci qualifica come l’unica italiana tra le 10 migliori Business School europee e tra le prime 30 al mondo. L’ottimo posizionamento nel ranking Financial Times è un’ulteriore conferma dei grandi risultati ottenuti recentemente in tutti i principali ranking internazionali. SDA Bocconi ha infatti iniziato il 2011 classificandosi come Scuola n° 1 al mondo nel ranking di Bloomberg Businessweek per il ritorno sull’investimento del Full-Time MBA, dopo aver chiuso il 2010 aggiudicandosi il 17° posto nell’European Business Schools Rankings del Financial Times, aver raggiunto il 5° posto in Europa nel Ranking di QS Top MBA basato sulle valutazioni delle aziende ed essere entrata tra le top 20 in quello di Bloomberg Businessweek The best International B-Schools.

Bla, bla, bla…. Alberto Grando.

Incontri MBA SDA Bocconi

| | Comments (2)

Hey, per chi fosse interessato: domani (cioè sabato, cioè oggi, visto che è già l’una del mattino) sarò agli Incontri MBA di SDA Bocconi al Palazzo delle Stelline alla sede SDA in via Bocconi a Milano. In particolar modo farò un salto come testimonial alla presentazione dell’Executive MBA. Dalle 12.30 alle 13.45.

Se ci siete fate un fischio.

MBA ranking 2009.

| | Comments (5)

Per la cronaca, sono a Londra da domenica, per un corso full immersion di M&A alla London Business School.

LBS. Da Gennaio 2009 il suo MBA è il primo al mondo, nei ranking di FT e BW. E’ sufficiente entrare, per capirlo. Il direttore del programma M&A mi spiega le ragioni del salto in classifica: il prodotto, la lingua, la cooperazione con Columbia e Cina, la facilità di trovar lavoro, i salari. Come avviene in questi casi, la crisi porta bene agli MBA, con il numero di iscritti alle stelle. Gli dico che sono un ex-alumno SDA. Me ne parla bene. Mi dice che è una delle business school storiche in Europa. Fatto è che è l’unica Italiana in classifica. E questo la dice lunga sulla tradizione manageriale della nostra Italietta. Ecco il nuovo ranking, appena pubblicato da FT. Le scuole Europee degne di nota, per la cronaca, sono le seguenti.

1. London Business School (2008: 3), UK
5. Insead (6), France
6. IE (8), Spain
12. IESE (13), Spain
14. IMD (14), Switzerland
17. Cambridge (14), UK
18. Esade (21), Spain
20. Oxford (19), UK
26. Rotterdam School of Mgmt (30), Netherlands
27. Lancaster Management School (26), UK
29. HEC (22), France
32. Manchester Business School (25), UK
35. Cranfield School of Management (34), UK
37. Warwick Business School (34), UK
38. SDA Bocconi (43), Italy

Eccetera. La classifica al completo è qui e qui (in pdf).

Head Hunter series in SDA.

| | Comments (0)

Gli Head Hunters tornano in SDA con la solita serie di incontri. Questa volta tocca a Value Search. Tutte le info qui. Via sito Alumni Bocconi (ma l’incontro è aperto a tutti).

Vedi anche.
- Incontri con Head Hunters 2, Amrop, link
- Incontri con Head Hunters 1, H&S, link
- Lista aggiornata Head Hunters italici, link
- La mia teoria sui nomi degli Head Hunters, link

Il passato che (a volte) riaffiora.

| | Comments (0)

Ieri ero al Poli di Milano e la cosa mi ha fatto un certo effetto.

Notaesplicativauno: mi sono laureato al Polimi nel novantatrè.
Notaesplicativadue: non mettevo piede al Poli da circa dieci anni. Pensa.

Ero al Poli per presentare l’azienda per cui lavoro (oggi) ai laureandi, e le opportunità professionali legate al mondo dell’IT per l’industria. Poi, terminata la presentazione, ho deciso di fare quattro passi. Per il campus (oggi: Campus Leonardo. Ieri: “il Poli”).

Quindici anni dopo, Ingegneria è sempre la stessa. Stessi edifici, stessi viali, stesso grigio. Qualche differenza l’ho notata, certo. Due studenti su tre vanno in giro col portatile. A miei tempi c’erano le calcolatricine. La libreria (CLUP) è stata spodestata. Per far spazio al bar (adesso la CLUP è al di là del campus, fuori Architettura, e non ci ha neppure guadagnato in spazio). Un vecchio ufficio è diventato PoliPlacement. Ma per il resto, stessa grigia atmosfera.

Anche Architettura è sempre la stessa. Preparativi per la manifestazione di sabato. L’Onda. Per l’autogestione. Assemblee. Tutti termini sconosciuti nella vicina Ignegneria. Le cose sono sempre andate così, al Poli (Architettura iperprogressista; Ignegneria iperconservatrice), e così sempre andranno.

Se tornassi indietro, non so. Probabilmente niente Poli. Andrei in Bocconi, dove tre anni fa ho preso un MBA, e che mi è rimasta nel sangue assai più dei cinque anni trascorsi in Piazza Leonardo. Il che è interessante. Dopo le superiori non avevo diubbi. O Ingegneria o morte. Adesso di dubbi ne ho. E non pochi. Ed è interessante, dicevo, notare come le certezze dei vent’anni si trasformino inesorabilmente in casino mentale dei quaranta.

Head Hunter series in SDA.

| | Comments (0)

Continua in SDA la serie di incontri con gli headhunters. Questa volta tocca all’Amrop Hever Group. Tutte le info qui. Sulle pagine Alumini Bocconi (ma l’incontro è aperto a tutti).

Piesse. E vi ricordo che una lista aggiornata degli head hunters in Italia può essere rintracciata qui (al momento prima assoluta su Google con “head hunters italia”).

Piesse2. La mia teoria su come contattare gli head hunters è invece qui.

MBA 2008 rankings, rankings, rankings.

| | Comments (5)

SDA Bocconi riporta un recente ranking del Financial Times, secondo il quale la business school italica si sarebbe piazzata prima in Italia, quinta in Europa, quindicesima nel mondo, per ciò che riguarda l’executive education. Ora, il dato Italiano, neppure lo commento. Che non mi pare ci siano altre scuole all’altezza (forse il MIP del Polimi, ma è way far, come dice il signor Berlusconi, dall’essere al livello di SDA. Soprattutto a livello internazionale). Epperò.

Epperò sono andato sul sito FT a cercare il ranking originale. Con non poca fatica. Anche perchè i ranking si sono centuplicati rispetto ad un pò di anni fa. Quale sarà quello giusto.

  • Top MBA program. Qui SDA occupa un triste 48mo posto. Era al 41, ora è al 48. Insomma, diciamo che non se la passa bene, in termini di international appreciation dei programmi MBA nostrani.
  • Top European Business School. Qui SDA è al quindicesimo posto. Superata da cose ignote e dalle soliti note.
  • Executive Education. Le cose vanno effettivamente meglio con l’Executive Ed. Qui, nella classifica combinata, SDA passa al quinto posto Europeo e quindicesimo mondiale. Che non è male, per capirci.

Resta il fatto che è solo SDA a rappresentare il Paese. Nessun altra business school rientra in alcuna delle mille classifiche di FT. Il che poi non permette molte scelte a coloro che vogliano perfezionare le proprie competenze con un MBA/Master: o Bocconi o il resto del mondo.

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos