Add this site to your RSS reader!


Results tagged “Maya” from giusec&frienz

Da un parco all’altro

| | Comments (2)


In partenza
Originally uploaded by giusec

Qui preparativi per la partenza in corso. Ci si sposta da un megaparco divertimenti (Italyland, ma anche Bland, e da poco FiveStarLand) all’altro (Disneyland). Au revoir.

Si raffredda

| | Comments (0)

Papà, bevi in fretta, che sennò si raffredda.

Maya, al sottoscritto, che se ne sta bello tranquillo, al tavolo, al caldo, sorseggiando lentamente un single malt delle highlands.

Pearl Jam for Kids

| | Comments (0)

Ero in auto con Maya e coi Pearl Jam a palla a fare delle commissioni, il giornale e poi il cash e anche le pizzettine e i salatini, oggi Maya compie due anni, well non proprio oggi, tra tre giorni esatti, ma si sa, c’è questa terribile abitudine e i compleanni dei bimbi del pianeta vengono festeggiati tre giorni prima o quattro dopo, durante i weekend, spezzando la poesia dei compleanni infrasettimanali, e insomma ero in auto con i PJ e Maya e poi si arriva a casa. Parcheggio. Raccolgo la roba. Spengo il CD. Faccio per prendere Maya ed eccola lì, col musino, gli occhi lucidi, ormai pronta per le prime lacrime. Le dico: Hey, cos’è successo, piccola? Lei: Ita, anzone… (*).

(*) “E’ finita la canzone…”

Processi evolutivi.

| | Comments (0)

A un anno e quindici giorni suonati, ieri Maya ha iniziato a camminare. Io ho mosso i miei primi passi a diciotto anni, al primo anno di università. A tre anni e mezzo Asia usa con disinvoltura il mio iPod e adesso anche il laptop. Ieri sera mi ha spiegato come usare il mouse con piclens.

Devono essere entrambe modello Nexus-6. Sto per preparare un test Voight-Kampff.

Un anno fa, più o meno a quest’ora, le doglie. Non mie, naturalmente. La corsa in Mangiagalli. Lei che aveva deciso di non venir fuori – aveva altro da fare quel giorno, suppongo. Poi, il parto. Ad un anno di distanza, non ci siamo ancora ripresi. Lei allora era così. Adesso invece è così. Dice mamma, bau, papa (a volte, raramente), silviostrons, che non so bene che significhi, giuro. Ha quasi iniziato a camminare – si spiaccica al suolo almeno una volta al dì.

E più tardi spegnerà la prima candelina della sua vita.

Bau.

| | Comments (0)

- Maya, come fa il cane, come fa?
- Bau.
- Brava, e il gatto, come fa il gatto, come fa?
- Bau.
- Il gatto bau. E il cavallo, come fa il cavallo?
- Bau.
- Ah. E il nibbio?
- Bau.
- Il diavolo della tasmania?
- Bau.
- E Berlusconi come fa, Maya, come fa Berlusconi?
- Bau.
- Berlusconi bau? Sicura?
- Tatatà tatatà.
- Ah, ecco. Mi pareva.

Fatti personali.

| | Comments (1)

Visto che la salvezza dell’Italia (e del mondo) è saldamente nelle mani di B e delle sue capacità finanziarie e questo, permettetemi, ci fa tirare un salutare sospiro di sollievo, oggi qui si parlerà solo di fatti personali. Più per parenti e amici. Certo. Non c’è molto tempo. Che devo pure organizzare (per stasera) la Gecocena di Ottobre, per la Confraternita. Ma questa è un’altra storia.

Asia (qui in uniforme) ha ormai iniziato quello che pensavo essere un asilo internazionale. Un mese fa. Poi ho scoperto invece che l’asilo non era proprio internazionale. Era (è) britannico e sono caduto nello sconforto. Asia parlerà british. Stiamo ancora cercando di risollevarci dal colpo. Ad ogni modo. Ad un mese di distanza, mixa benbene l’italiano con qualche parola anglosassone (colori, numeri, come-on, good morning, eccetera) e con altre parole di dubbia provenienza (siddown! alzdown! yellò).

A fine mese c’ha vacanza per Halloween. Poi c’ha la vacanza per non so quale sacra festività britannica. Poi c’ha una settimana per la festa della regina britannica. Poi per il nipote della suocera della regina britannica. E così via.

Maya ha compiuto sei mesi. Lei non parla italiano e neppure anglosassone. Al momento si limita a dada, pepe, gheghe. Il suo QI si avvicina rapidamente a quello di Borghezio e Calderoli. Sembra abbia già superato (in volume) l’intricata matassa di materia grigia di B.

E’ tutto. Dimenticavo. A maggio divento zio. Il mondo, a quel punto, sarà ormai salvo.

Maya dice la sua sul governo B.

| | Comments (0)

Intervistata dal sottoscritto, Maya dice (lucidamente) la sua sul governo B, criticando aspramente la gestione della sicurezza nel paese, contestando la solita interpretazione ad personam della giustizia, e lasciandosi sfuggire un ironico commento sulla vicenda Gheddafi. L’intervista assume toni drammatici nel momento in cui Maya si scaglia (duramente) contro il piano salva-Alitalia. Il video è qui in basso, via YouTube.

Mayanniversary.

| | Comments (0)

Maya compie un mese, e guadagna di diritto un post sul blog del sottoscritto, che ne è il padre. Fino a prova contraria.

Frozen.

| | Comments (0)

Siamo appena tornati dalla Mangiagalli, il reparto del Policlinico di Milano specializzato in pediatria, per alcuni controlli per Maya. Siamo entrati. Erano le nove. Il tempo di fare un’ecografia. Siamo usciti. Era mezzogiorno. Ho pensato che l’orologio fosse andato in tilt e poi mi sono ricordato la regola degli Ospedali italiani: il tempo si ferma, inesorabilmente. Un fenomeno che neppure i migliori premi Nobel sono mai riusciti a spiegare (no, però forse la Carlucci una spiegazione ce l’ha). 

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos