Add this site to your RSS reader!


Results tagged “elezioni” from giusec&frienz

Rigetto

| | Comments (0)

Funziono a fasi. Con la politica. Con la politica e l’Italia, intendo. C’è la fase dell’attivismo. Quella dell’entusiasmo. Dell’entusiasmo e della passione. Del ragionamento. Delle certezze. Poi, quella dell’attesa. Infine, puntualmente, la fase del rigetto. Inutile dirlo, ho collezionato così tante fasi di rigetto per il partito che voto (e che continuo imperterrito a votare) e per il mio Paese, in questi ultimi vent’anni che dovrei esserne immune. Ormai.

Invece questa è la peggiore.

Non avrei mai pensato di vedere una debacle del genere. Non da vivo, almeno. Bersani e co. non sono stati capaci di capire ciò che si doveva comprendere da tempo e hanno consegnato il Paese al disastro. Perchè non c’è più scenario possibile, adesso. Inutile poi star qui a riflettere sul mistero B e sull’inspiegabile feeling che questo imbarazzante signore provoca sui miei connazionali. Perchè ho smesso di chiedermelo. Non lo capisco. Non lo capirò mai. Amen.

E avevo portato Asia e Maya a votare, ieri. Volevo far capire loro che il voto è una festa. Che la democrazia è una festa. Quanto siamo fortunati, noi Italiani, a poter votare. Ho viaggiato abbastanza per poter dire che lo siamo.

Fortunati un cazzo. Queste elezioni metteranno in ginocchio il paese, provocheranno un effetto domino in Europa. Chissà quando ci riprenderemo. Chissà se ci riprenderemo.

Ora vado a dormire. Domani non voglio leggere un giornale – uno. Sono in fase di rigetto, ricordate?

Bersani: fate un pò quello che cazzo volete, adesso. Avete appena dichiarato di aver vinto, in fondo. Incucione coi bifolchi del centro-destra? Il Celeste e tutta questa marmaglia di mentecatti? Fate pure. Avremo occasione di riparlarne.

Quando la fase di rigetto sarà terminata. Ci vorrà un pò, stavolta.

Brunello e Primarie

| | Comments (0)

Primarie. Voi adesso spiegatemi perchè i seggi a Milano sono delle stamberghe e qui a Londra dei ristoranti. Si, perchè domenica sarò a Londra. Ballottaggio. Mi sono informato. Voterò al seggio locale. Che poi è un wine bar. Toscano. A Soho. Questo. Poi ci si chiede perchè in UK il voto sia andato a Renzi. Abbiate pazienza.

Forse adesso

| | Comments (0)

Mentre Renzi sta raccontando un sacco di baggianate sulle liberalizzazioni, io ho trovato qualcuno da votare alle primarie. Forse.

“Fifty Shades of Grey” without the sex

| | Comments (0)

Il commento di Krugman sullo speach di Ryan alla convention GOP in Florida.

No, I didn’t watch it. Still, I get the essence. The GOP campaign is based on five main themes, three negative and two positive.

Negative:

  • The claim that Obama denigrated businessmen, saying that they didn’t build their own firms — which isn’t true.
  • The claim that Obama has gutted Medicare to pay for the expansion of health insurance — which isn’t true.
  • The claim that Obama has eliminated the work requirement for welfare — which isn’t true.

Positive:

  • The claim that Ryan has a plan to balance the budget — which isn’t true.
  • The claim that Romney has a plan for economic recovery — which isn’t true. (The Economist: “The Romney Programme for Economic Recovery, Growth and Jobs” is like “Fifty Shades of Grey” without the sex).

Pensieri post-vittoria

| | Comments (2)

Non so cosa ne pensiate voi, ma ho l’impressione che la vittoria a Torino di Fassino sia una gran bella presa per il culo. Certo, non hanno vinto loro. Ma siamo sicuri di aver vinto noi?

Ma porca troia.

| | Comments (7)

PD-Europee.gif

In sintesi.

Il PD è alla soglia del disastro. Ha perso milioni di voti in un anno, dal trentatrè è passato al ventisei percento, ha perso tredici provincie, le due più importanti d’Italia sono al ballottaggio, un considerevole numero di comuni sono perduti, le uniche vittorie degne di nota sono da attribuire ai nuovi leader, la Serracchiani, Renzi e pochi altri. Durante la campagna il partito ha sostenuto i soliti noti. Alcuni dei non supportati ce l’hanno fatta comunque. Altri, no (vedi Scalfarotto). Il PD ha una percentuale da partitello extraparlamentare in Lombardia e vacilla nelle regioni rosse per antonomasia. A ventiquattr’ore dal disastro, Bersani è pronto a prendere il posto di Franceschini. D’Alema che fa l’endorsement di Bersani. Franceschini afferma che è una mezza vittoria e che c’è la base da cui ripartire. Il primo post del sito del PD è intitolato Fermata la Destra.

Ma porca troia. Due le cose. O sono io che sono un inguaribile catastrofista o sono questi signori che vivono nell’iperspazio e continuano a non capire un cazzo di come stanno andando le cose.

Santa Noemi.

| | Comments (0)

Visto che durerà poco, lo immortaliamo qui. Per i posteri (e per me).

Europee. 5,867 sezioni scrutinate su 61,428. Pdl 30.6%. PD 30.1%. Lega 10.5%. IdV 8%. UdC 6%. Sinistre 3.5%. Si&Lib 2.6%. Radicali 2.5%.

Voto poco, ma voto.

| | Comments (0)

Pensavo di restarmente a casa beato in panciolle. Invece ho cambiato idea. Domani farò due passi e andrò a votare. Non credo sia senso civico. Quello si è esaurito poco più di un anno fa. Entusiasmo, figuriamoci. L’entusiasmo è sepolto da un pezzo. Però andrò e voterò. PD. Metterò una croce su Ivan. In senso metaforico. Perchè mi sento (ancora) in dovere di fare qualsiasi cosa in mio potere per frenare Papi, le sue veline, le festicciole, i voli di stato con Apicella e la sua imbarazzante visione del mondo.

E chissà che non arrivi qualche sorpresa.

Per un nuovo Piddì.

| | Comments (0)

Tra le varie riflessioni sulla sconfitta in Sardegna e sull’inadeguatezza dell’attuale Piddì, questa, apparsa tra i commenti del blog di Pippo Civati, mi sembra degna di nota.

Innanzitutto scarichiamo Weber il sondaggista delle false spernaze: è sempre quello del “siamo a un’incollatura” che poi diventano -10% (se va bene per dire). O non capisce un cazzo o è un menasfiga. In tutte e due i casi io mi libereri di questi esperti /consulenti/spin doctors e mi affiderei a quelli del cavaliere (per dire).

Sussirrarru (*).

| | Comments (1)

Allora, secondo fonti ben poco ufficiali, Jag-Soru sarebbe in vantaggio su Off-Cappellacci di circa 1.5%. Siccome però abbiamo visto in passato quale possa essere l’affidabilità di sondaggi, polls, eccetera, attendiamo i risultati definitivi e stop.

Se invece vi diverte sguazzare tra previsioni, pronostici, punti di vista e cose di questo genere, suggerisco i seguenti blog, aggiornatissimi e con dirette all’ultimo minuto: Pippo Civati, Freedom Land, Right Nation, Termometro Politico, Andrea Mollica, Fazioso Liberale, Affaritaliani. Che siano di dx o sx, poco importa. I dati sono quelli, da qualunque lato li si veda.

(*) il significato del titolo è presto spiegato qui. Via YouTube.

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos