Add this site to your RSS reader!


Results tagged “Alitalia” from giusec&frienz

Alla faccia di Pulvirenti

| | Comments (0)

Congratulazioni!
Originally uploaded by giusec

WindJet

| | Comments (0)

WindJet: protesta a Catania
Originally uploaded by giusec

Foto scattate due giorni fa. Fontanarossa, Catania. Protesta dei piloti e lavoratori WindJet. Per la cronaca, andranno presto in cassa integrazione e (quasi) nessuno se ne ricorderà più.

Check-in loop

| | Comments (2)

Domani volo KLM-Alitalia per fare un salto di mezza giornata ad Amsterdam. Come sempre, faccio il check-in online. Ci provo, almeno. Il sito KLM mi rimanda ad Alitalia. Effettui il check-in tramite la compagnia aerea partner. Mi si dice. Io vado sul sito della compagnia aerea partner epperò il check-in è impossibile, in quanto Al momento, non è possibile fare il check-in per il seguente passeggero (quale?).

Così chiamo Alitalia/Ulisse. Mi dicono che loro non possono farci nulla. Perchè il biglietto è KLM.

Morale: farò il check-in a Linate, domattina all’alba. Però come faccio a spiegare ad Alitalia che le partnership sono partnership e che a me non fotte niente se il vettore è KLM o vattelapesca, visto che sulla prenotazione mi compare il loghetto della simpatica compagnia di bandiera?

Libera scelta

| | Comments (0)

Io entro in aereo, Volare-Alitalia VE7097 da Barcellona a Linate, e vedo una pila di quotidiani lì davanti, sul posto vuoto, all’ingresso, a destra. La scelta non è poi così vasta: Libero, Libero, Libero, Libero, Libero, e ancora Libero. Chiedo se hanno una copia di Repubblica. La signorina – ormai non più così signorina – mi risponde che le dispiace, ma Libero è lo sponsor di Alitalia. Naturalmente il quotidiano non lo prendo; ma mi chiedo per tutto il viaggio che risposta è quella che mi ha dato la signorina non più tanto signorina; e mi chiedo anche se la sua era solo una battuta idiota o se mi converrebbe iniziare a prendere lezioni dal direttore marketing del suddetto quotidiano.

We understand that life happens.

| | Comments (0)

Non viaggio con Delta dall’Ottobre dell’anno scorso. Quando ebbi un incontro ravvicinato con Ike. Da allora ho viaggiato Lufthansa, e poi Lufthansa e poi ancora Lufthansa. Ieri mi è arrivata a casa una lettera dal VP Delta dei Loyalty Programs. Che dice pressappoco così.

We noticed that you recently decreased your travel on Delta. We understand that life happens, and your loyalty is important to us, so we would like to give you complimentary Gold Medallion Status through Feb 28, 2010 in the hopes that you will continue to allow Delta to earn your business.

Trovo quel in the hopes that you will continue to allow Delta to earn your business molto sofisticato. Vabbè, in soldoni m’han mandato ‘sta Gold Medallion per un altro anno, quando la mia vecchia Platinum scadeva a Febbraio. Con allegato pacchetto di free drink coupon e altre cose spaziotempo.

Alitalia? Che senso ha volare Alitalia. We all understand that life happens.

Miracolo (tedesco) a Milano.

| | Comments (1)

Ricevo, in qualità di frequent traveler Lufthansa:

Gentile Cliente, aggiungiamo colore al blu di Lufthansa. A partire dal 2 febbraio 2009, a bordo dei primi due voli diretti Lufthansa Italia da Milano per Barcellona e Parigi, potrà volare con la qualità e affidabilità tedesca e avere il piacere di un servizio dal gusto tutto italiano. Per rendere il suo viaggio ancora più confortevole, abbiamo migliorato i servizi a terra presso l’aeroporto di Milano Malpensa e durante il volo le offriamo alcune prelibatezze italiane. Inoltre per lei un’offerta davvero speciale: volare in due al prezzo di uno, a partire da 99 €.

Ora, domanda. Che senso ha volare Alitalia (a parte la storia dell’Italianità, naturalmente)?

Piesse. E adesso vediamo chi per primo scopre le prelibatezze.

In realtà qui nessuno ne parla, tranne il solito Gilioli. Sta di fatto che la nuova concessionaria pubblicitaria di bordo della nuova Alitalia ex-CAI ex-Alitalia è, ma guarda un pò, Arcus Srl.

E chi sarà mai Arcus Srl? E’, udite udite, una delle aziende del signor Paolo Berlusconi, fratello del più noto Silvio Berlusconi. Paolo, proprietario di testate quali il Giornale, Espansione, Banca finanza con le quali supporta le campagne del fratello. Manager da strapazzo, graziato anni fa grazie a liquidità Fininvest. E adesso nuovamente baciato in fronte dalla fortuna (di avere il fratellone alla presidenza del Consiglio).

Amen.

Q&A (interlineari) da Alitalia.

| | Comments (1)

Il documento l’ho ricevuto tramite l’azienda per cui lavoro che l’ha ricevuto dall’agenzia viaggi di cui si serve che l’ha ricevuto a sua volta da Alitalia. Si intitola Customer Experience Alitalia. Le novità dal 13 Gennaio 2009: Questions and answers (e perchè no Domande e risposte?).

Dovrebbe rispondere a tutte le domande che vi frullano per la testa su argomenti quali Alitalia, AirOne, biglietti, prenotazioni, Millemiglia, Miles&More, sale VIP, eccetera. Una (domanda) per tutte.

Dal 13 gennaio, è possibile l’interlineabilità e combinabilità delle tariffe Alitalia e Air One?

Negli ultimi anni me lo sono chiesto spesso se le tariffe Alitalia fossero interlineari. Adesso, finalmente, ho la risposta.

Il pdf si scarica qui.

Il capolavoro.

| | Comments (2)

Tutta la storia Alitalia può essere semplificata così: ci si è messo quasi un anno (Marzo 08 – Gennaio 09) per passare dall’offertauno Air France-KLM all’offertadue Air France-KLM. Nel frattempo:

  1. Prima e dopo. AirFrance era ed AirFrance è. Sono passati dieci mesi.
  2. Debito. il debito di Alitalia è passato a 3.3 miliardi; di conseguenza il peso sui contribuenti è triplicato.
  3. Esuberi. Gli esuberi son passati da 2120, con copertura degli ammortizzatori sociali da parte di AirFrance, a 9000. Con relativi costi di cassa integrazione.
  4. Voli e costi. il numero dei voli intercontinentali dall’Italia diminuirà; si dovrà passare da Parigi, con conseguente aumento dei biglietti del 15/20%
  5. Maggioranza. Tra 4 anni AirFrance potrà avere la maggioranza del pacchetto. E si tornerà così alla situazione del Marzo 2008.
  6. Monopolio. Niente più concorrenza sulla tratta MiRo; monopolio di Alitalia e conseguente impatto sui biglietti aerei. Che aumenteranno, checchè ne dica l’Antitrust.
  7. Flotta. Inferiore alla somma di Alitalia e AirOne. Inferiore anche alla vecchia Alitalia. Meno vettori, meno voli.
  8. Azioni. I vecchi azionisti non riceveranno un centesimo da CAI. Ah, tra i vecchi azionisti c’è lo Stato. Ossia, noi.

Un capolavoro. Ora, dimentichiamoci di tutto ciò che accaduto, del signor B, della cordata, della difesa dell’Italianità, dei Popoli del Nord, eccetera. Ragioniamo, a mente fredda. Sulla convenienza del nuovo piano per i viaggiatori Italiani. Allora, domanda: ci è convenuto il piano del signor B?

Ho capito. Piove questo weekend a Milano?

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos