Add this site to your RSS reader!


Adelante/3

| | Comments (5)

Adesso che Milano è riconquistata e B spazzato via dalla penisola (dai, se non ci sono i sogni che vita è?) il rischio più grosso è che il PD creda che sia tutto merito suo. Già il signor Bersani si è ubriacato per tutta la giornata di tweets deliranti sulla scelta del Nord, il vento che cambia, il PD di qua, il PD di là e tutto questo genere di cose.

Il fatto è che il PD non ha mica vinto. E’ B che ha perso. E la cosa è profondamente diversa.

Comments

Questo vuol dire che non verrai alla festa del PD di Cornaredo che si tiene in questi giorni?? :-))))

Seriamente, io penso ci siano due motivi “interni” per cui questa possa essere considerata anche una vittoria del PD. Il primo riguarda i militanti e i simpatizzanti, che ai risultati delle primarie non si sono fatti prendere dalla mortale dalemite, (non avete voluto il nostro candidato, quindi affari vostri) bensì hanno loro un altro atteggiamento, diciamo alla Boeri, che suonava tipo: se credete che con Pisapia si possa vincere, noi ci siamo. Dai direttivi, alle sezioni, dalle semplici riunioni alle newsletter interne, questo era il pensiero prevalente e giorno dopo giorno, militanti e simpatizzanti si sono mobilitati spontaneamente senza troppo guardare alle indicazioni del “partito”. Quindi questa vittoria va anche a premiare loro, che hanno sacrificato tempo ed energie per uno scopo importante. Il secondo motivo riguarda la dirigenza locale, che è riuscita in un’impresa titanica: far tacere la dirigenza centrale, spiegando che a Milano era meglio far parlare solo i milanesi. Insomma, Milano è affare nostro e per una volta l’hanno capito.

Effettivamente non pensavo di venire alla festa di Cornaredo, ma potrei cambiare idea…

Su Fassino, Pisapia e PD

http://www.beppegrillo.it/2011/05/litalia_di_pisa/index.html

mah… secondo me il fatto stesso che siamo qui a parlare di Beppe Grillo come di un leader politico implica che nel sistema italiano c’è qualcosa che non va?

E te ne sei accorta adesso??? :)

Non proprio, ma sognare di vivere in un paese normale non costa nulla… :-) E poi suonava brutto scrivere che Beppe Grillo mi sembra un incrocio tra il primo Silvio (quello di FI per capirci), il signor Giannini del fronte dell’uomo qualunque e il Bertinotti dei momenti peggiori.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos