Add this site to your RSS reader!


In volo con re e regina

| | Comments (3)

Ieri ho volato coi Savoia. Non avevo mai volato con un re ed una regina. Con cantanti, spesso. Politici, a volte, ma raramente. Io seguo tratte internazionali, mai quelle interne. A Roma, poi, non vado da cinque anni. Giornalisti, spesso. Starlette e veline, a volte. Re e regina, mai.

Si sono seduti in coach, erano praticamente davanti a me. Lui, elegante. Lei, botulinata. All’imbarco, la regina era un pò impedita e carcava di mettere la valigia in alto. Lui si era seduto e leggeva il Corriere. Mi sono fermato, ad aspettare che valigia trovasse una sistemazione regale. Dopo un pò di manovre, mi ha guardato e mi ha detto “pevdoni”. Ho sorriso, sono passato avanti, pensando ai due re borghesi ormai al tramonto. Ho provato una certa malinconia. Poi mi sono addormentato. Al risveglio eravamo a Malpensa. I Savoia erano scesi. Ho provato a guardare fuori, cercando di scorgere una carrozza. O dei cavalli. Non ho visto nulla. Pioveva. Mi sono incamminato verso il parcheggio sud.

Comments

“Re borghesi ormai al tramonto”… gentile eufemismo per definire un puttaniere col grilletto facile. ma si sa che noi italiani siamo i re dei giri di parole.

Well, non era un giudizio sulla loro (discutibile) vita. E’ che mi hanno semplicemente fatto pena.

Pevdoni è bellissimo!
A me la cosa più strana che è capitata è stata una notissima presentatrice TV, quella intelligente e brava e simpatica etc etc etc, che era seduta accanto a me e dal vivo senza trucco è brutta, ma brutta, ma bruuuttaaaa…. assolutamente un mostro…

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos