Add this site to your RSS reader!


Perchè il Gheddafi-show non è una buffonata

| | Comments (1)

Lo show romano di Gheddafi, che in tanti hanno bollato come una ridicola buffonata, è invece, a mio parere, degno di (profonda) riflessione.

Primo, perchè solo nella Roma del 2010 può capitare uno spettacolo di tali proporzioni. Mi riferisco naturalmente alla Roma sede dell’impero berlusconiano e non alla città in se; anche se, francamente, non ce lo vedo l’illuminato a montare tenda e cavalli in piazza Duomo – e si che Milano sarebbe stata un’ottima piazza per il reclutamento di veline e co.

Secondo, perchè mostra cosa non è l’islam. Non sono un grande conoscitore di questa religione, devo ammetterlo. Non sono un grande conoscitore di alcuna religione. Ma non mi risulta che alcuna pagina del Corano faccia riferimento all’importanza di avere un pubblico femminile tra i 20 e i 35 anni con altezza rigorosamente maggiore di un metro e sessantacinque.

Terzo, perchè lo show da un’immagine ben chiara di chi noi siamo. Cinquecento ragazze, carine (almeno, così pare dalle foto), meno che trentenni, che passano un’intera giornata ad ascoltare una lezione di Corano tenuta da un dittatore sanguinario, venuto a trovare l’altro pazzo, quello che da ormai vent’anni ci tiene in scacco, per guadagnare settanta miseri euro ed una copia rilegata del Corano. Una di queste ragazze che chiede candidamente se è la nostra religione ad essere sbagliata. Hey, TII (si pronuncia ti-ai-ai) – This Is Italy. Questa è l’Italia. Questi siamo noi. C’è poco da sfottere. Inutile fare sarcasmo. Siamo noi Italiani. Solo qui potrebbe capitare una cosa del genere. Per quanto mi sforzi non riesco a immaginare nessun altro fottuto paese d’Europa dove una scena simile possa accadere senza che scoppi un casino della miseria.

Ecco perchè lo show romano di oggi non è una buffonata. E Gheddafi, che è pazzo sanguinario, ma non uno stupido, lo sa bene.

Comments

La cosa interessante è che non uno dei cianciatori islamofobi della Lega Nord, che devono in blocco i loro successi elettorali alla perenne demonizzazione di un Nemico esterno cui viene ascritta una malvagità metafisica, ha trovato alcunché da ridire.
Certo che Gheddafi non è l’Islam. Ma la penisola italiana è un posto dove vengono ritenuti paradigmi di pietas e di dottrina individui come Azouz Marzouk, che hanno al contrario mostrato una rapidissima e perfetta integrazione nei “valori” occidentali…

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos