Add this site to your RSS reader!


Io all’Etna le faccio un baffo.

| | Comments (2)

Dopo l’uragano Ike, il vento ghiacciato di Monaco, le nevicate di Dicembre, il clandestino a bordo a Madrid, la passeggera allergica al gatto (ahimè, c’era un gatto a bordo), gli uccelli nel motore a Linate, i passeggeri sul volo sbagliato (sempre a Linate), un vulcano mancava alla mia lista. Ieri ho lasciato Londra alle dieci. Tre ore dopo il cielo di UK è stato oscurato dalle polveri del vulcano Islandese dal nome impronunciabile che ha fatto chiudere gli aeroporti di UK, Francia, Belgio, Olanda, Irlanda, Svezia, Danimarca, Norvegia. Londra è chiusa fino alle sette di oggi. CDG riapre alle dieci. Il resto chissà.

Around 5,000 flights were suspended on 15 April after a cloud of ash caused by a volcanic eruption on the Eyjafjallajokull glacier (Iceland) resulted in the closure of airspace across northern Europe, including in the UK, Ireland, Denmark, Norway, Sweden, Finland, Belgium and the Netherlands. While the shutdown of most airspaces will continue until further notice as a precautionary measure, the UK authorities early on 16 April announced that the country’s airspace would remain closed until at least 19.00 (local time) on that day.

Comments

La lepre che sabota l’areo dei deputati a Linate te la sei persa?

‘Azz, me la sono persa!

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos