Add this site to your RSS reader!


Ma porca troia.

| | Comments (7)

PD-Europee.gif

In sintesi.

Il PD è alla soglia del disastro. Ha perso milioni di voti in un anno, dal trentatrè è passato al ventisei percento, ha perso tredici provincie, le due più importanti d’Italia sono al ballottaggio, un considerevole numero di comuni sono perduti, le uniche vittorie degne di nota sono da attribuire ai nuovi leader, la Serracchiani, Renzi e pochi altri. Durante la campagna il partito ha sostenuto i soliti noti. Alcuni dei non supportati ce l’hanno fatta comunque. Altri, no (vedi Scalfarotto). Il PD ha una percentuale da partitello extraparlamentare in Lombardia e vacilla nelle regioni rosse per antonomasia. A ventiquattr’ore dal disastro, Bersani è pronto a prendere il posto di Franceschini. D’Alema che fa l’endorsement di Bersani. Franceschini afferma che è una mezza vittoria e che c’è la base da cui ripartire. Il primo post del sito del PD è intitolato Fermata la Destra.

Ma porca troia. Due le cose. O sono io che sono un inguaribile catastrofista o sono questi signori che vivono nell’iperspazio e continuano a non capire un cazzo di come stanno andando le cose.

Comments

sarò spiacevole ma, non ti ricordano poco poco quell’omuncolo che ci viene a dire che non c’è la crisi? Non ce li toglieremo mai dalle scatole, giuse’

Quel che dici e’ vero riguardo al PD un po’ meno riguardo alla coalizione.

PD, IDV, radicali e SVP arrivano al 37.0%, contro il 38.0% del 2008. Un calo attribuibile al minor “appeal” del “voto utile” (lo dimostra il totale della sinistra, passato al 7.0% dal 4.2% che era).
Per contro la Papi-coalizione (PDL+Lega+MPA) l’anno scorso aveva il 46.8%, quest’anno avrebbe il 46.6% (per l’MPA ho usato la percentuale del 2008, ovvero l’1.1%).

Ne segue che le sconfitte alle amministrative sono solo la logica conseguenza del crollo del 2008, non di quanto accaduto negli ultimi 12 mesi.

E’ chiaro che uno vorrebbe vincere o perlomeno migliorare, non venire sconfitto nella stessa proporzione della volta scorsa. Ma quanto era realistico sperare in una vittoria?

Tornando al PD, e’ innegabile che abbia perso voti. Ma perlomeno sono rimasti “dalla stessa parte”. E anche in questo son convinto che la partenza di Walterloo abbia molto limitato l’emorragia.

Diat, quale coalizione? A me non pare che ci sia più una colazione, oggi.

Prima di tutto, visto il commento di eli, forse e’ il caso di precisare che secondo me la dirigenza del PD avrebbe dovuto dimettersi in blocco il 15 aprile 2008.
Io dico solo che queste ultime elezioni non sono un peggioramento significativo rispetto ad allora.

Quanto al “quale coalizione”: e’ vero che i rapporti con IDV et al. sono peggiorati parecchio. Ma (purtroppo) se c’e’ una cosa che non manca e’ il tempo per riallacciarli. Insomma, i voti che finiscono all’IDV, ai radicali o alla sinistra sono recuperabili (cercando di ri-attirare quei voti) o perlmeno utilizzabili (facendo/rinnovando delle alleanze); quelli che finiscono a Silvio, molto meno.

A Sinistra siete alle solite: tutti dentro basta che siano contro. questa è una coalizione? l’esperienzqa non insegna nulla?
Mi sa che non solo in alto non capiscono cosa sta succedendo, ma anche in basso.
(PS sto dall’altra parte)
Giuse, by the way, domenica?

Geco5, devo prenotare, ti fò sapere. Così ci dai lezioni di coalizione.

Rimango sbigottito anch’io dalle dichiarazioni post-voto. “Berlusconi fermato” e cagate del genere.
Mi sembrano dei pazzi.
Penso che vette di idiozia come quelle raggiunte dalla sedicente sinistra italiana non se ne possano vedere, altrove nel mondo.
Il PD continua a far finta di niente mentre il paese va a rotoli… la loro principale attivita’ politica dell’ultimo anno e’ stata fare opposizione a Di Pietro, che puntualmente ha avuto un successone. Demenziale.
Ma i veri professionisti del masochismo sono i partitini sedicenti comunisti… dopo essere rimasti fuori dal Parlamento Italiano, hanno deciso di replicare anche in Europa. Le due “coalizioni brancaleone” della “sinistra” hanno preso, sommati, tanti voti quanti Casini. Seggi di Casini: 5. Seggi della Sinistra: 0. Due milioni di elettori truffati, complimenti.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos