Add this site to your RSS reader!


Ere e migrazioni.

| | Comments (0)

Dopo aver attraversato le ere (1) Bukowski e Burroughs, l’era Cacucci, la WuMing/Blisset, le Camilleri, Tusset, Montalbàn e Lansdale, e poi quella Gibson e Coupland, e le Magris e Terzani, e recentemente l’era Houellebecq, da queste parti si è in piena era Murakami (Haruki, non Ryu). Un altro segno (preoccupante?) di quanto l’occidente abbia perso d’interesse per il sottoscritto. E che il tempo di migrare si avvicina.

(1) dicesi era letteraria di un individuo o di un lettore quel momento in cui si è talmente presi da uno scrittore che si iniziano a ricercare e leggere tutti i libri e opere del suddetto, prima spinti da semplice curiosità, poi da chiari disturbi ossessivo-maniacali, fino all’esaurimento (bibliografico e/o da scaffale e/o del lettore) delle opere del suddetto autore.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos