Add this site to your RSS reader!


C’è cancellazione e cancellazione.

| | Comments (2)

A Chicago e in Nord America, più di cinquecento voli cancellati o ritardati per via della peggiore tormenta di neve degli ultimi duemila anni (per lo meno, si presume). A Fiumicino, invece, centinaia di voli cancellati, in nome della difesa dell’Italianità. Vuoi mettere.

Comments

“Costituzione Art. 40.

Il diritto di sciopero si esercita nell’ambito delle leggi che lo regolano.”

Se lo sciopero e’ stato indetto nell’ambito delle leggi che lo regolano, e’ una espressione di un diritto costituzionale: sarei cauto nel supportare la limatura dei diritti costituzionali di concittadini perche non ci piace come li esercitano.

Se non e’ stato esercitato all’interno delle leggi, allora chi di dovere deve essere perseguito dalla magistratura.

Se nessuno e’ perseguito, si puo’ forse indurre che era legale.

Una lettura alternativa potrebbe essere: pensiamo davvero che i connazionali dell’Alitalia siano aguzzini che godono a far soffrire i viaggiatori? E se fossero stati forzati a questa misura estrema per il continuo rifiuto di essere ascoltati? In quel caso, verso chi la rabbia dei viaggiatori (e della stampa) dovrebbe essere diretta?

Il fatto che in America il diritto di sciopero non sia protetto nella Costituzione o non sia esercitato non lo prenderei necessariamente come misura di civilta’ superiore.

Caro Marco, mi riferivo alle decisioni in merito alla nuova Alitalia-CAI prese a suo tempo dal Governo Berlusconi e non allo sciopero dei lavoratori, che considero sacrosanto (o quasi).

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos