Add this site to your RSS reader!


Chi ci perde dalla scomparsa di Alitalia.

| | Comments (3)

Ci ha perso Intesa. Banca Intesa, maggiore sconfitta. Correggo, Intesa e AirOne. Il piano salva-AirOne è fallito. Ricordiamo che il debito di AirOne era salito a 1.1 miliardi nei primi mesi dell’anno. Intesa è tra i maggiori creditori di ApH, controllante di AirOne. Fallito il salvataggio di ApH-AirOne (che avrebbe dato in leasing in suoi vettori ad Alitalia, ridicolo), è fallito il salvataggio di Intesa. Cosa che non può non lasciarci soddisfatti. Una volta tanto.

Ci perdiamo noi tutti. Gli Italiani, altri grandi sconfitti. Non per la scomparsa della compagnia, chissenefrega. Si, perderemo le tratte interne. E pure i collegamenti colle isole. E pure i voli per San Paulo. E pure decine di migliaia di miglia. Chissenefrega. Piuttosto, ci perderemo, come sempre, perchè la cassa integrazione e gli ammortizzatori sociali nei confronti dei ventimila dipendenti ci costeranno assai più della bad company del folle piano Fenice. Come se non bastasse tutto il denaro sborsato ad oggi. Magra consolazione: Alitalia scompare, la nostra progenie non dovrà pagare.

Ci perdono i piloti, che forse, dopo anni di vittorie e prepotenze all’italiana, non si aspettavano una bancarotta (bancarotta? scherzi? sul serio?) .

Ci perdono i sindacati. Che ormai non si capisce più che ci stiano a fare, questi arroganti signori. Visto che il compito che sono chiamati a svolgere è ormai dimenticato. Da anni.

Berlusconi, no. Lui no. Perchè riuscirà, ancora una volta, a farla franca. A rigirare i fatti e a far cadere le responsabilità su piloti e CGIL (che hanno le loro sacrosante colpe). Facendo dimenticare agli Italiani che proprio lui ha rappresentato la principale causa del fallimento della trattativa AirFrance. E di un conseguente dignitoso salvataggio della (fu) compagnia di bandiera.

Comments

D’accordo (quasi) su tutto.
Mi sfuggono quali sarebbero le colpe del sindacato, ma magari sono poco informato. Quale vantaggiosissima offerta hanno rifiutato?

ah, ora ricordo. Ricordo che nel bel mezzo del polverone elettorale sollevato dal sig. B., la UIL interruppe inspiegabilmente la sua partecipazione alle trattative, causando un comprensibile disappunto da parte degli altri sindacati e mandando tutto all’aria.
Purtroppo usare il solito “anche i sindacati hanno le loro colpe” equivale a fare di tutta l’erba un fascio e a contribuire la movimento di delegittimazione dell’unica forza in campo che cerchi di difendere i lavoratori dagli abusi di questa classe politica e imprenditoriale inetta e disonesta.
Diciamo che da questa vicenda ricaviamo che i vertici UIL hanno dimostrato, non per la prima volta, ultimamente, di avere piu’ a cuore la benevolenza di re silvio che il posto di lavoro dei propri iscritti.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos