Add this site to your RSS reader!


Kebab e osei.

| | Comments (0)

Bergamo è una città aperta, multiculturale e all’avanguardia, questo lo sappiamo bene. E’ talmente tollerante che ha recentemente intrapreso una battaglia contro l’apertura di un Kebab in città alta. Non un ristorante da mille metri quadri. No. Un buchetto, un localino. Ma un Kebab in città alta è francamente un concetto difficile da mandar giù. Così i giovani padani, forti delle proprie ampie vedute, hanno dato vita alla protesta. Ne è nata anche una pagina su Facebook, dai contenuti illuminanti. Difendere la città alta dall’inarrestabile invasione del Kebab.

Ora, non fraintendiamo. Anche a me sta sui coglioni il McDonald di Piazza di Spagna. Ma quella è una storia ben diversa. Ho avuto l’occasione di vedere ristoranti stranieri arricchire i centri storici di città ben più antiche della nostra Bergamo. Pizzerie e ristoranti Italiani inclusi. Ma Bergamo, si sa, è diversa. E un pericoloso Kebab può irrimediabilmente rovinare l’immagine della città alta.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos