Add this site to your RSS reader!


Quasiminoranze.

| | Comments (3)

Ieri ero a Dusseldorf – coi viaggi delle ultime tre settimane, Dusseldorf, poi Dusseldorf, poi ancora Monaco e poi per cambiare Dusseldorf, dovrebbero assegnarmi la cittadinanza tedesca, qui. Sempre ieri, la partita. Germania. Turchia. Che poi era una sfida particolarmente significativa, considerati i fatti.

E i fatti, per chi non ne fosse al corrente, dicono che l’area Colonia-Dusseldorf (che poi è la regione detta Nord-Reno Westfalia) ospita la più grande colonia Turca all’estero, circa setttecentomila immigrati, quasi l’intera popolazione di Genova, un’immensità se paragonata ai ridicoli numerelli italici (e per i quali il governo si sta spingendo verso pericolose posizioni di intransigenza e chiusura – mentale).

Per non parlare di Berlino, che da sola accoglie circa duecentomila anime provenienti dalla Turchia e che le guide turistiche nazionalpopolari indicano come la seconda città Turca al mondo. Dopo la capitale megalopoli, Instanbul.

Ebbbene ero a Dusseldorf e si temevano guai seri in centro. E invece la Germania ha vinto e nonostante la delusione (della comunità Turca) tutto è filato liscio come l’olio. Al punto che in alcune città Turchi e Tedeschi hanno deciso di festeggiare assieme. Il che la dice lunga sul concetto d’integrazione. E pone dei seri interrogativi sulle ragioni per cui il Governo Italiano abbia invece assunto, nei confronti degli stranieri, una posizione di tale (imbarazzante) ignoranza.

Comments

…pero’ credo che la capitale sia Ankara (ecco il solito blogger precisino, lo so lo so)

Azz, hai ragione.

A me e’ rimasto impresso un episodio.

In un’estate dei primi anni ’90 (credo 1991, ma potrei sbagliare), quando ci fu il primo grande esodo di albanesi (si parlava di 20-30.000 persone in una settimana), qualcuno disse che l’Europa doveva aiutarci perche’ non potevamo inserire tutta quella gente nella nostra societa’.

La risposta di un tedesco invitato al dibattito tv (ambasciatore? corrispondente?) fu: “siamo disposti ad accogliere tutti i ‘vostri’ albanesi, se in cambio voi accettate di accogliere il 10% dell’emigrazione turca in Germania”.

Questo per dire anche che forse in Germania l’integrazione e’ piu’ avanti perche’ i i turchi (e, prima di loro, gli italiani) hanno cominciato ad arrivarci molto prima, per cui i tedeschi hanno avuto il tempo di abituarcisi.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos