Add this site to your RSS reader!


Looking for Talents.

| | Comments (3)

Devo andare fino a Dusseldorf per vedere un pò di sole e mangiare all’aperto, come in ogni primavera che si rispetti. A Milano invece piove da tre settimane. Vuoi vedere che è il nuovo governo che… Ma cosa vado mai a pensare.

Oggi giorno di colloqui. Due posizioni da riempire, al più presto. Che sennò il budget si dissolve. Il primo candidato è un italo-colombiano. Ha vissuto in Sudamerica. Ha cercato le sue radici in Italia. Poi, grazie alla Bossi-Fini, è dovuto andare. A Londra. Ha fatto un MBA a Berlino. Adesso vive a Francoforte. Il secondo è indiano. Anche lui ha vissuto a Berlino. MBA. Adesso è a Dusseldorf. Parla quattro lingue. Il terzo è tedesco. Nato in Germania. Ha sempre vissuto in Germania. Ha studiato in Germania. MBA in Germania. Parla inglese con marcato accento tedesco.

L’ho scartato.

Comments

ok chiaro! vuoi trovare lavoro? frequenta l’MBA parla minimo tre lingue e fatti esperienza più o meno lunghe in paesi differenti da quello di origine. Bene davvero bene!!!!!!!!!

No, Mauro. L’MBA è assolutamente ininfluente, per le posizioni ricercate. Se c’è, tanto meglio. Altrimenti, poco importa.

L’esperienza all’estero invece si, è richiesta. L’essere multi-lingua e avere un “international mindset” è un must. I candidati dovranno viaggiare e intrattenere relazioni in un’area geografica che copre Europa, ME, Africa. Non posso assumere qualcuno che non ha mai avuto esperienze – anche brevi – all’estero. Se fosse stata una posizione “locale”, allora sarebbe chiaramente stato diverso.

In generale, però, considero l’essere multi-culturale un plus. Per qualsiasi posizione. La “diversità” all’interno di un team di lavoro è un grande vantaggio. E non una minaccia, come qualche padano vorrebbe far credere.

Dal tuo commento credo che sia ovvio che non hai inteso il mio. Ovviamente non mi rivolgevo alla tua particolare ricerca di posizioni ne tantomeno alla diversità culturare del candidato (ci mancherebbe che mi permetta di commentare le tue scelte… non so neanche con esattezza il lavoro che offrivi e comunque non mi deve competere). La mia critica…se così si può chiamare era in senso più generale, rivolta alle tante occasioni perse da giovani davvero in gamba che sono costretti a ripiegare su latri lavori solo perchè si sono fatti un mazzo a studiare, fra mille sacrifici dei genitori ma che a laurea raggiunta non hanno potuto viaggiare o fare master vari solo perchè non avevano i mezzi per farlo. Ok mi si può dire che volere e potere…ma ne ho viste tante per poter dire e credere al Volere è potere…non so se rendo l’idea.
Mauro

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos