Add this site to your RSS reader!


Kabul Caravan.

| | Comments (0)

L’aeroporto di Copenhagen è sicuramente più frendly nei confronti degli anglofoni rispetto agli aeroporti italiani e tedeschi. Tutto è in inglese. Ogni cosa. Oltre che in Danese, Svedese, Norvegese. Certo, poi è impossibile uscirne, dall’aeroporto, ma questa è un’altra storia.

Dicevamo, la libreria è per lo più anglofona. Meta fissa di ogni mio passaggio. Mi piace fermarmi davanti alla parete riempita in tutta la sua altezza con le guide di viaggio Lonely Planet. C’ho speso un capitale, su quella parete. Germany. Scandinavian Europe. Denmak. Dubai. Orange County. South Africa. Solo per citarne alcuni. L’intero catalogo Lonely Planet è qui. Sulle pareti della libreria anglofona. Così rieccomi, davanti alle guide. Cerco qualcosa di inusuale. Esotico. Fuori dalle solite pallose rotte euroccidentali. L’ho trovata. Eccola. La compro.

Afghanistan.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos