Add this site to your RSS reader!


Spook Country, cloud annotations.

| | Comments (1)

La cosa è passata un pò in secondo piano, ma è naturale, roba da geek amanti del cyberpunk, mica roba per le masse. Ieri ha fatto apparizione sugli scaffali delle librerie italiane Spook Country, l’ultimo romanzo di William Gibson, padre indiscusso della narrativa cyberpunk (insieme a quell’altro signore di Austin, Bruce Sterling).

Il libro lo avevo intravisto nell’autunno dell’anno scorso (o era nel febbraio di quest’anno?) in una libreria all’aeroporto di Atlanta – ci sono voluti ben sei mesi per la traduzione, pubblicazione, eccetera e adesso finalmente eccolo qui. Titolo diverso. Spook Country qui si chiamerà Guerreros e sarà Mondadori a pubblicarlo. Chissà poi, perchè. Il titolo, intendo, non la casa editrice – che pure non mi affascina. Spook Country significa in gergo Il paese delle spie, e chissà perchè non è piaciuto al marketing di Mondadori. Guerreros, in fondo non significa un accidente (significa, se leggi il romanzo). Stessa cosa accadde qualche anno fa, quando il titolo, splendido, Pattern Recognition fu tradotto con L’Accademia dei sogni. Per non parlare dell’immagine in copertina: orrenda. Vabbè.


Poi c’è la storia di Node Magazine, che non è mica da poco; viene spiegata egregiamente, qui
e farebbe rizzare i capelli all’ultimo Andrea De Carlo (che il
sottoscritto odia, in particolar modo a causa delle imbarazzanti foto fashionable sui retrocopertina dei suoi libri).

Quando
il libro non era ancora entrato nel circuito delle librerie inglesi e
americane, un manipolo di agguerriti appassionati, venuti in possesso
di una copia di lettura di Spook Country, già aveva cominciato ad
allestire una rete promozionale del tutto anticonvenzionale. Il
materiale narrativo del romanzo è diventato oggetto di una disamina
approfondita e metodica, che si è risolta nell’ideazione di un
web-magazine che nel nome si rifà a una rivista citata dallo stesso
Gibson nella sua storia. (…) Node Magazine è diventato un progetto
ambizioso destinato a catalogare tutto lo scibile toccato o anche solo
sfiorato dal romanzo e dal suo autore, non solo per quel che ne
riguarda la costruzione o la struttura.

Detto questo, è
d’obbligo aggiungere una raccolta – minima – di link, per coloro che
vogliano approfondire un pò (su Gibson, non su De Carlo).

  • Gibson, sito e blog, link
  • Spook Country, wikipedia, link
  • Cyberpunk, wikipedia, link
  • Gibson, wikipedia, link
  • Intervista di Sterling a Gibson su Repubblica XL, link
  • Spook Country, advance copy, link. Note sul romanzo (cloud annotations).
  • Node Magazine, link

Comments

grazie della annotazione :)
continuerò al piu presto la lettura.
ciao!

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos