Add this site to your RSS reader!


Volendo fare un pò di conti e partendo dai dati già pronti del signor Giannini, si arriva qui. Seguitemi, eh.

  • in quindici anni sono stati spesi quindici miliardi;
  • per una spesa pro-capite (neonati inclusi) di 270 euro;
  • un pò di calcoli ci portano ad una popolazione stimata di 55,555,555 anime (tanto per usare lo stesso criterio del signor Giannini);
  • oggi è stata approvata l’erogazione straordinaria di altri trecento milioni (buffo, dire straordinaria, visto che è da quindici anni che paghiamo);
  • che poi significa altri 5.4 euro a testa.

Morale: in quindici anni abbiamo sborsato 270+5.4=275.4 euro a cranio. Che poi significa che anche Maya, nata venti giorni fa, è indebitata della bellezza di 275.4 euro (e si aspetta un free upgrade, per lo meno).

Comments

Scusa se butto li’ un po’ di provocazioni (tanto piu’ che sono sostanzialmente d’accordo con te); noterai che alcune sono auto-contraddittorie:

1) 15 miliardi in 15 anni sono 1 mld/anno. Pero’ si dice che la AZ perda circa 1 milione/giorno: 0.3-0.4 mld/anno (4.5-6 mld in 15 anni). In alternativa, pochi post piu’ sotto mostri un grafico in cui si evince che tra il 2004 ed il 2006 AZ ha perso in media circa 0.6 mld/anno (9 mld in 15 anni). Anche prendendo per buona quest’ultima cifra, mancano 6 mld per arrivare ai 15 di cui si parla.

2) Se le perdite son davvero fra 0.3 e 0.6 mld/anno, e se i dipendenti sono circa 20.000, ogni dipendente costa all’azienda fra 15.000 e 30.000 euro/anno. Roba che quasi quasi conviene metterli tutti in pensione domani.
[btw, questo potrebbe essere un ragionamento ingannevole: UBS ha circa gli stessi dipendenti di AZ ma negli ultimi 12 mesi ha perso circa 40 volte tanto: poco meno di un milione per dipendente; ma non e' certo colpa del dipendente "medio"]

3) 15 mld e’ il costo preventivato per la TAV Torino-Lione; soldi che l’Italia si procurera’ prendendoli a prestito e pagando (se va di lusso) un interesse del 3-4%: 0.45-0.6 mld/anno (senza contare il capitale, che andra’ restituito chissa’ quando). Quasi esattamente quel che serve a coprire il buco annuale di AZ: siam sicuri che la TAV Torino-Lione sia un impiego migliore?
Non sto dicendo che AZ debba essere aiutata (perde soldi perche’ e’ inefficiente e un aiuto servirebbe solo a procrastinare), sto dicendo che e’ strano che ci si indigni per 15 mld spesi per AZ ma non per tante altre imprese ancor + improduttive (la TAV e’ un mio pallino, magari persino sbagliato).

Diat, non discuto sulla tua volontà di approfondire i calcoli, ma non potrai negare che tirar fuori altri trecento milioni per un’azienda ormai tecnicamente in bancarotta fa leggermente girare le palle.

E’ un insulto alle nostre tasche – oltre che alla nostra intelligenza (con qualche eccezione, chiaro; vedi intelligenza di Alemanno).

Mai detto di no e nel caso di AZ son d’accordo.
Specie considerando che 1) sta in un settore in crescita 2) alcuni suoi concorrenti offrono servizi simili a prezzi simili ma hanno bilanci in attivo.
Ma spero che sarai d’accordo con me a dire che lo stesso ragionamento non puo’ valere per tutto: ad es., a me sembra giustissimo che il settore pubblico finanzi l’atm (piuttosto che scuole, ospedali ecc.) “a fondo perduto”.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos