Add this site to your RSS reader!


Nota. Evito i link, sebbene ciò sia contrario all’etica bloggesca. Ma ho fretta e dovrei perdere mezz’ora solo a cercare tutti i link dei blog elencati qui sotto. Sorry, ecchè ‘tte devo dì…

Seguo circa sessanta feed italiani, via Google Reader. Sessanta feed di altrettanti blog nostrani. Dalla politica al marketing, dalla letteratura ai gadget, dal giornalismo al design. Poi ho trentacinque feed di blog internazionali. Non conto qui i magazine o i quotidiani – i vari CNN, NYT, WSJ, The Atlantic, eccetera. Trentacinque bloggers internazionali, stop. Di questi trentacinque, trenta sono americani.

Ora, mi chiedo. C’è una ragione per cui nessuno dei blogger americani parla di politica, elezioni, attualità, Cina, Tibet, Iraq e vattelapesca? Nessuno. Escludiamo i blog politici, DailiKos e Instapundit. E quelli giornalistici, James Fallows. Gli altri (Scoble, Godin, Ito, LeMeur, e così via), tutti gli altri, scrivono post su post su Twitter e i video e il social e il marketing e Google e Microsoft e poi commentano,  si beccano, replicano, discutono cazzate su cazzate, cose che hanno luogo non oltre San Francisco e la Valley. Con l’eccezione di Doc Searls e  Dave Winer, nessuno parla di ciò che accade a più di venti miglia di distanza da casa loro. Perchè?

Io non ho una risposta. Ma francamente questi signori mi hanno un pò rotto con le loro stupide conversazioni. E sto pensando seriamente di ridurre il numero di feed. Iniziando da loro.

Comments

beh, IMHO è anche una questione di argomenti e specializzazione, che nei blog USA è elevata. ci sono blogger che decidono di scrivere solo di certi argomenti, ma non è che dal punto di vista umano se ne sbattano di tutto il resto, solo non ritengono di scriverne.
io sono uno di questi, scrivo di cazzate ma so tutto del tibet, h24. Non ne scrivo, ma leggo i blog che ne parlano.
ciao
gluca

Well, non è vero Gianluca.

Tutti gli Italiani, in un modo o nell’altro, velatamente o palesemente, si schierano. Anche tu, in fondo. Pro-Tibet, anti-Cina, pro-questo, anti-quello, e così via. Non dico che sia corretto. Dico che a me, da lettore, fa piacere che il blogger/esperto che seguo per i cuoi contenuti iperspecializzati, di tanto in tanto mi dica cosa diavolo pensa. Questo lo rende più “umano”, tra le altre cose.

Per questo mi piace Sripting News. Alterna roba da geek con le sue riflessioni personali. Che non sempre condivido, ma per lo meno Winer mostra che è un essere pensante.

Scoble – e ti faccio l’esempio di Scoble, ma potremmo estendere ad altri – che seguo da anni e anni, non ha mai speso una parola pro o contro Bush. Mi da l’impressione di una mente semplice, vuota, priva di opinioni.

Mi sbaglio?

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos