Add this site to your RSS reader!


La riscossa dell’India.

| | Comments (3)

La mia azienda sviluppa software. Ha sede in California. Il nuovo presidente è Indiano. Arriva da SAP. Il VP development è indiano. Il VP Product Management è indiano. Uno dei VP Strategie è indiano. Una buona fetta degli ingegneri in sviluppo è di origine indiana. Più del 30% delle aziende di Silicon Valley è stata fondata o cofondata da Indiani (*).

In California, New Jersey and Michigan, (indian) immigrants founded or led 39
percent, 37.6 percent and 32.8 percent, respectively, of the technology
and engineering start-ups in the 10-year period. In New Jersey, 47 percent of the foreign-born founders or key
exec born in India.

Cresce il numero di aziende europee e americane che delocalizzano in India. O che si affidano a colossi di outsourcing indiani della produzione.

Gli standard educativi occidentali sono inferiori a quelli indiani. I migliori studenti delle migliori scuole private di NY sono costretti a frequentare lezioni integrative per essere ammessi in una decente scuola di Bombay o Bangalore.

Giorno dopo giorno, l’India si sta riprendendo la sua rivincita.

(*) non accade dappertutto, chiaramente. In Texas la % di Key executive indiani è pari al 5%. L’exec team della mia vecchia azienda, Texana, era al cento per cento ariano. Niente indiani, hispanici, neri. Ma, si sa, il Texas è tutta un’altra storia.

Comments

Stessa cosa anche nel nostro cortile in Silicon Valley, ma la vera verita’ e’ che a me il progetto (e il sedere) me lo hanno sempre salvato deliziosi consulenti tedeschi che hanno risolto in due giorni tragedie sulle quali gl indiani dicevano “yes tomorrow” da settimane…ma queste sono storie da ABAP facotry, non da management.
Io comunque non vado piu’ nemmeno al ristorante indiano tanto la saturazione da sub continente e’ alta da queste parti :D

Stessa cosa anche nel nostro cortile in Silicon Valley, ma la vera verita’ e’ che a me il progetto (e il sedere) me lo hanno sempre salvato deliziosi consulenti tedeschi che hanno risolto in due giorni tragedie sulle quali gl indiani dicevano “yes tomorrow” da settimane…ma queste sono storie da ABAP facotry, non da management.
Io comunque non vado piu’ nemmeno al ristorante indiano tanto la saturazione da sub continente e’ alta da queste parti :D

hai mai pensato di acquistare una bella cascina nella campagna vicino a Bangalore? ;-)

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos