Add this site to your RSS reader!


You the designer/4. Un minuto e quarantanove.

| | Comments (4)

Dopo aver scritto la bibbia della Web Usability e dopo aver sfornato una serie di testi minori, Jacob Nielsen ha dato seguito alle sue teorie nel 2007 con Prioritizing Web Usability. Che costituisce una revisione dei suoi concetti originali, aggiornata ai nuovi trend e tecnologie. Secondo le teorie di Nielsen

  • un visitatore passa su un sito web in media un minuto e quarantanove secondi (1,49 sec);
  • di questi due minuti scarsi, circa 25-35 secondi sono spesi in home page, il resto in pagine interne
  • durante quei 25-35 secondi sono lette circa 10-20 parole, il resto non viene neppure preso in considerazione

Le direttive di Nielsen non riguardano probabilmente i blog, che fondano sul testo e sui contenuti il proprio essere. Ma danno comunque un’idea di quanto rapida può essere la visita alle proprie pagine e consapevolezza della centralità dei contenuti (del post, quindi). Se il lettore non trova ciò che cerca in meno di due minuti, abbandonerà il sito. Chissà se neoblogger come Paolo Guzzanti (i cui titoli dei post sono i più ad effetto dell’intera blogosfera) e Giuliano Ferrara hanno chiari questi concetti.

Comments

I miei titoli fanno effetto e come lei dice sono giustamente i più ad effetto. Il mio blog cresce costantemente, come si può rilevare sui siti che misurano i blog. Ma siamo sempre pronti ad imparare.

Salve signor Guzzanti, in realtà, come avrà notato, non sto discutendo qui di classifiche o ranking. Sto facendo una valutazione di pura web usability. Dal punto di vista dell’ ‘usabilità’, un post con un titolo quale quello seguente (è il suo post del 22 Marzo) è inaccettabile. Ancora, non discuto invece i ranking o i contenuti del suo blog, sui quali ci sarebbe parecchio da argomentare.

Titolo post:
DEMOLIRE LA BASAGLIA CHE NEGA L’ESISTENZA DELLA PSICOSI IN QUANTO MALATTIA “BORGHESE”: HO SCAGLIATO UN MACIGNO NELLO STAGNO PUTRIDO DELLA SINISTRA CONSERVATRICE E SUBITO CGIL, UNITA’, PSICHIATRI “DEMOCRATICI”, MI HANNO GIUSTAMENTE ATTACCATO CON TUTTO IL FURORE DEI REAZIONARI CHE REAGISCONO CON RABBIA ALLA RIVOLUZIONE ITALIANA. SOLTANTO L’ITALIA HA IL “CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA”, SOLTANTO IN ITALIA NON ESISTE PER LEGGE LA PSICOSI, SOLTANTO IN ITALIA SONO VIETATI I TERMOVALORIZZATORI E CRESCE L’IMMONDIZIA IN CUI SGUAZZA ER PECORARO, SOLTANTO IN ITALIA I TRENI NON POSSONO CORRERE, LE SCUOLE NON DEVONO INSEGNARE, L’INFORMAZIONE E’ ESENTATA DALL’INFORMARE, LA TELEVISIONE APPARTIENE PER DIRITTO DIVINO ALLA SINISTRA (A ME E’ VIETATA PER DIKTAT DELLA SINISTRA, MA NON SOLTANTO). ” I BASAGLIATI” SONO COLORO CHE VIVONO NEL GHETTO DELLA LEGGE BASAGLIA, MATTI E FAMIGLIE: CHI HA STORIE DA RACCONTARE PER IL LIBRO “I BASAGLIATI”, LE MANDI ANCHE QUI, O ALLA MIA MAIL. BUONA PASQUA IN QUESTO PAESE DI FOLLIA ORDINARIA E STRAORDINARIA.

Che cosa vuol dire “inaccettabile”? Chi e con quali criteri definisce l’inaccettabilità? Apparentemente il titolo è molto ben accetto perché chiama commenti anche nel giorno di Pasqua, come gli altri.
Allora, senza polemizzare, mi sfugge l’oggetto della discussione. Di che cosa stiamo parlando? Il fatto è che i miei titoli contengono oltre alla notizia snche giudizi morali e politici e sostituiscono la lettura dell’intero articolo che diventa facoltativa. Dal punto di vista dell’impiego dei tempi, sono un forte risparmio per il lettore che interagisce in maniera sia emotiva che razionale. Ma vorei capire egualmente di che cosa stiamo parlando, visto che il mio blog è stato indicato come esemplare, anche se in senso – mi sembra di capire – negativo. Vogliamo cercare in un minuto e 40 di essere più chiari? Grazie e auguri. Paolo Guzzanti

Forse ha ragione. Stiamo parlando di web usability. Da Wikipedia:

http://en.wikipedia.org/wiki/Web_usability

Meglio, di questo:

http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/156205810X/ref=nosim/useitcomusablein

e di questo:

http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/0321350316/useitcomusablein/ref=nosim

Due testi che le suggerisco di leggere, se continuerà (come mi pare di capire) a occuparsi di web/blogs/e relativi contenuti.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos