Add this site to your RSS reader!


March, 2008 Archives

Day 5 at T5.

| | Comments (4)

Anche oggi, a London Heathrow Terminal 5, si replica.

British Airways Plc canceled 54 flights at London Heathrow airport’s new Terminal 5 today as it worked through a backlog of about 20,000 pieces of stranded luggage on the fifth day of disruptions.

Maya.

| | Comments (16)

Alle otto siamo arrivati in Mangiagalli. Poi è iniziato il travaglio. Epidurale uno e poi epidurale due. Bisognerebbe farlo santo, l’inventore delle epidurali. Io, intanto, leggevo l’ultimo di Camilleri.

In sala parto era vietato accendere i cellulari. E difatti nessuna delle pazienti chiamava, impegnate com’erano a risolvere qualche contrazione di troppo. I medici no. Perchè i loro cellulari sono gli unici del mondo a non interferire con la strumentazione sanitaria. Il Camilleri, nel frattempo, diventava sempre più avvincente.

Poi ha deciso di venir fuori. Com’è, come non è, ero arrivato al clou del libro, sai quando Montalbano ha capito chi è l’assassino ma ti fa penare prima di dirtelo?, ecco, ero arrivato proprio lì. Ma non c’è stato verso di farlglielo capire. Ha deciso di venir fuori, una volta per tutte. Alle due e cinque è nata Maya. Un pò concia e colla faccia blu. Però sta bene. Anche la mamma.

E adesso vorrei finire ‘sto c**** di libro, in santa pace. 

Promises, but no delivery.

| | Comments (3)

L’Economist, sulle elezioni di Aprile e sui relativi candidati. Impietoso nei confronti del signor SilvioB (l’Economist è parte, lo ricordiamo, di quella stampa rossa internazionale che tanto criticò i governi Berlusconi I e II e che continua a sparare sul povero Cavaliere).

Mr Berlusconi is insisting on new faces too. Characteristically, several belong to former showgirls. But they also include the leader of a Moroccan women immigrants’ association. Mr Berlusconi, whose People of Freedom movement now embraces the former neo-fascists, has told associates that women will have at least a quarter of the seats in his cabinet.

Ma anche nei confronti di Uòlter ci va giù pesante.

In the early stages of the ten-week campaign, Mr Veltroni sought to latch on to developments in America by depicting himself as Italy’s Barack Obama: the man who would surprise everyone by coming from behind. But, although demonstrably willing to innovate, Mr Veltroni has none of Mr Obama’s inspiring rhetorical skills. The latest polls give Mr Berlusconi and his two main allies (in the Northern League and a Sicilian regional party) a lead of between 6.5 and 9.4 percentage points over the Democratic Party. That is little different from a month ago.

L’intero articolo è qui, via The Economist.

No election results.

| | Comments (0)

Da un noto quotidiano nazionale.

Il ritardo nel comunicare i risultati delle elezioni, una riunione d’urgenza dei capi militari e della polizia, l’annuncio del partito d’opposizione che sostiene di aver vinto e la paura che si respira tra la gente (…) fanno temere che il Paese possa essere investito da un’ondata di violenza. (…) Il Paese, una volta il secondo più ricco del continente, ora è in piena catastrofe economica. (…) La comunità internazionale segue con estrema attenzione la situazione.

Tranquilli, non è l’Italia post-voto. Il continente è l’Africa, il paese è lo Zimbabwe, dove le cose si stanno mettendo male, sul serio.

Milano sull’orlo di una crisi di nervi.

| | Comments (4)

Ieri a Milano c’erano venti gradi, oggi sedici. Abbiamo fatto un salto ai giardini di Palestro, che, per i non milanesi, rappresentano una delle poche aree verdi naturali in città – non affacciandosi Milano su fiumi, mari, laghi, oceani e avendo i Milanesi genialmente interrato una splendida rete di navigli, qualche annetto fa.

Oddio, è vero che le circonvallazioni sono state recentemente abbellite da corsie interne con verde, alberelli e panchinette. Ma francamente, portare un bimbo a giocare o un cane a pascolare in circonvallazione significa condannarlo a un triste futuro di gravi conseguenze polmonari.

Quello delle aree verdi è uno dei progetti di Milano per l’Expo 2015. Che, tra l’altro, verrà assegnata domani. Milano contro Smirne. Si vedrà. Certo, Milano non parte bene. Il sistema Italia sta implodendo. La crisi politica è ormai insostenibile. Da domani Malpensa avrà un centinaia di voli in meno. Che non è detto sia un male; Alitalia ha fatto oggi ciò che avrebbe dovuto fare una decina di anni fa. Sfiga vuole che ciò accada proprio domani, giorno di assegnazione dell’Expo.

E poi la Fiera, la fantastica, futuristica, unica, incommensurabile Fiera che ha fatto la discutibile scelta di costruire uno spazio immenso fuori città, impossibile da riempire, e – a circa due anni dall’inaugurazione – ancora irraggiungibile in auto. Fiera che spera tutto nell’Expo, visto che ormai la cazzata della sede decentrata è fatta.

Insomma, la primavera in arrivo non riesce a nascondere la crisi della città. E preghiamo tutti che arrivi l’Expo. Che se mai dovesse andare a Smirne allora potebbe davvero far cadere Milano in una crisi di nervi. Difficile da riabilitare.

Non è Dubai.

| | Comments (0)



Non è Dubai

uploaded by giusec


Amnesia organizzata.

| | Comments (0)

Anna Finocchiaro, commentando il discorso del signor SilvioB. a Taormina.

E’ davvero curioso che Berlusconi venga in Sicilia e, rivolgendosi a
una platea di imprenditori, si dimentichi di parlare di mafia e criminalita’
organizzata.

Beh, non così tanto curioso, direi.

Maya, le origini.

| | Comments (2)

The girl’s name Maya \ma-ya\ is pronounced MYE-ah. It is of Spanish, Hindi and Russian origin. In Spanish, short form of Amalia. In Hindi, from Sanskrit, meaning “dream, illusion”. In Russian, a form of Mary. As baby girl name in the U.S.: the 72nd most popular name. 

Altri tipi di bufale.

| | Comments (0)

Il signor SilvioB., oggi, all’EUR, parlando alle donne del PdL.

Siete voi le nostre padrone, (…) non fidatevi di Veltroni perchè le sue promesse si sono rivelate tutte bufale, i suoi giochi d’artificio sono finiti, è caduto nel pieno e assoluto ridicolo.

Ritorno al 2015.

| | Comments (0)

Lunedì, giorno di Expo. Nel senso che sapremo, nel pomeriggio di lunedì, a chi verrà assegnata la manifestazione del 2015. Milano o Izmir (Smirne). Intanto, su Google, Milano ha già perso. Una ricerca su Google.com porta a: Izmir, ancora Izmir, Wikipedia, Milano e poi tutto il resto.

Lunedì, insomma, si vedrà. E lo so già, io non avrò molto tempo per preoccuparmene.

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos