Add this site to your RSS reader!


You, the designer/1.

| | Comments (0)

Jacob Nielsen lo aveva scritto. Dieci anni fa. Ebbene, l’usabilità dei template proposti da Movable Type è invece piuttosto discutibile. Sfondi neri con font invisibili (lo so, lo so che anche Brodo ha sfondo nero, ma lui è un’istituzione e lo sa pure Nielsen; e poi, ve lo immaginate Brodo con font neri su background celestino? no, dai.). Banneroni con le città del mondo (chi è l’idiota disposto a mettere sul proprio blog il banner di Austin, quando magari vive a Caronno Pertusella?). Template minimal rosso-blu-nero-viola. Roba da fare invidia a italia.it.

Poi sono arrivati gli Universal Template Set, che si sono subito rivelati una cagata spaziale e non si capisce perchè si chiamino universal. Non per altro, sono utilizzabili solo dai possessori del Professional Pack. Ossia del due percento degli utenti Movable Type del mondo.

Infine è arrivato Movable Type 4.1 con il suo Design Assistant. L’intero processo è rapido e quasi indolore. Si sceglie lo stile (minimal, Austin, Boston, NYC, Perugia, Bitonto, eccetera), poi si rivede il layout (due colonne, tre colonne, sedici colonne, eccetera), per finire si modifica lo stylesheet CSS, si chiude copiando il codice generato sul proprio file CSS e il giochino è fatto. Questo, ad esempio, l’ho creato adesso coll’assistant, in un paio di minuti (vabbè, lo so che fa cagare, ma è pur sempre un punto di partenza).

(continua)

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos