Add this site to your RSS reader!


Dalle ceneri io risorgerò.

| | Comments (0)

Se andate a Phoenix tenete anzitutto a mente la pronuncia corretta del nome della città. Fenix, come diciamo noi Italiani: sbagliato. Niente di più sbagliato. Finix, come il cognome di Gianfranco, ma con la x finale: corretto. Che può sembrare una cosa di poco conto. Provate. Gli indigeni scambieranno la pronuncia italiana (Fenix) con un’altra parola simile (Venis, Venice, Venezia) e alla richiesta where is the gate to Fenix? vi spediranno ad un altro terminale a prendere un bel volo per la Serenissima. Che non è poi così male, a pensarci. A meno che non siate arrivati ad Atlanta con nove ore di economy per poi farvi rispedire in Laguna.

Phoenix è, come tutti sanno, la capitale dell’Arizona. Sembra saperlo anche la Brambilla, donna dall’immensa cultura geografica (lo ha testimoniato recentemente con un suo indimenticabile intervento sulla Sardegna). Ci vivono tanti abitanti quanti a Milano; di cani invece ce ne sono pochi; in compenso i coyoti non si contano.

E così Phoenix è la capitale più calda d’America. Io pensavo. Di aver raggiunto il massimo con Austin. E poi Houston. O Dubai. Bazzecole. Stamattina mi sono svegliato con trenta gradi. Adesso non mi azzardo a uscir fuori. Dovrebbero essercene circa quarantuno.

I mezzi pubblici sono un’utopia (anche se nel 2008 sarà pronta la prima e unica linea di una metropolitana leggera). Qui hanno girato alcuni film cult, tra cui Psycho, Jerry Maguire, The Prophecy (The Prophecy è cult?). Sembra che i Vanzina stiano preparando adesso un capolavoro, "Natale a Finix".

Tra le città gemellate con Phoenix c’è la nostra Catania. I punti in comune tra le due città sono infatti tanti e talmente chiari e cristallini che trovo inutile affrontare su questo post la discussione.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos