Add this site to your RSS reader!


Black vagabonding list.

| | Comments (0)

Se mai dovessi, un giorno, compilare una lista dei posti più inospitali del globo, posti dove non andrei neppure se mi pagassero con oro sonante o col tesoretto o con un soggiorno nella villa dei sogni del signor Silvio Berlusconi, ebbene, dicevamo, se dovessi mai compilare una lista dei cinque posti più inospitali del globo, pensandoci e ripensandoci, tirerei fuori una cosa del genere.

  1. Bergamo via A4;
  2. Manchester e tutto il resto di UK, incluso ogni signolo metro quadrato del paese ma fatta eccezione per la capitale;
  3. le alture di Landi Kotal, nei pressi di Peshawar, a cavallo tra Afghanistan e Pakistan;
  4. l’aeroporto Fontanarossa di Catania, a Natale e Ferragosto;
  5. la Death Valley in California;
  6. [special mention] Corso Vercelli a Milano.

Ora, il fatto che io oggi sia in partenza – e pure gratis, niente oro e niente tesoretto – per la località numero due (Manchester) non modifica certo la mia classifica. Devo andarci, e sia, ci vado. Ma la mia mente sarà altrove, tra le dolci colline del Connemara o tra i verdi scaffali della Feltrinelli di Piazza Piemonte.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos