Add this site to your RSS reader!


Whoppermarketing II. Il ritorno.

| | Comments (4)

A proposito di Whoppermarketing [nota: per i poco informati, sto parlando di Burger King e dell’impossibilità degli Italiani di pronunciare correttamente il celeberrimo panino; vedi anche altro post]. Dicevamo, a proposito di whoppermaeketing, oggi son tornato da BK. Con un inglese. Un collega, inglese. Di Londra. Ho aspettato il suo turno. Aspettato, aspettato. Ho sperato che prendesse quel menu. Ho avuto fortuna. E ho ascoltato la pronuncia corretta.

hwŏpər

Che poi in italico suona come: uopar (con la r che scompare restando a bocca aperta). Potete riascoltarla qui, con un accento più nordamericano che british. Per la cronaca, alle casse lo pronunciano

uòpper 

Il che è alquanto divertente. Altra cosa interessante è la quantità di varianti del nostro Whopper. Ho notato, infatti, l’esistenza di:

  • whopper medium (che è anche un bel controsenso, visto che il significato è: gigante medio. Avrebbero potuto chiamarlo whopper regular, sarebbe stato più corretto)
  • double whopper
  • triple whopper (mostruoso, un triplo hamburger alto quanto un panettone)

E probabilmente qualcosa mi è anche sfuggito. E sia. Continuo a pensare che BK avrebbe dovuto forttersene della consistenza e chiamare il panino in un altro modo. Soprattutto in paesi (Italia, Spagna) dove il nome è perlopiù impronunciabile. Potevano chiamarlo Megaburger. O VeryBigBurger. O Gigapanino-Con-Un-Pacco-di-Calorie-Alto-Quanto-Un-Bauli. Insomma. Ci siamo capiti.

Comments

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos