Add this site to your RSS reader!


SlowWeb.

| | Comments (0)

Il lieto fine non l’ho ancora visto. Quindi, andiamoci piano. Per ora. Certo che, a proposito di Best Companies to Incazz For (piuttosto, hai votato?), ultimamente FastWeb non ha mica brillato. Ma, andiamo per ordine.

Due giorni fa, improvvisamente, la mia connessione web va a puttane. Ora, il mio provider è FastWeb, col quale ho istallato la fibra (la fibra, bellezza, la fibra). E con la fibra due anni fa mi sono assicurato il principe degli abbonamenti, il sovrano dei contratti, la non-plus-ultra delle offerte: tutto flat, voce, dati e tivvù. Con grande soddisfazione personale al momento del taglio ufficiale dei cavi Telecom. Flat. Ventiquattr’ore su ventiquattro. Così, quando qualcosa va a puttane resto totalmente isolato dal mondo che mi circonda. Ed è quello che è accaduto due giorni fa.


Si narra che un tecnico FastWeb abbia fatto un’istallazione presso il mio condomino, due giorni fa. L’istallazione sembra sia andata a buon fine. Peccato che abbia incasinato (pare) tutte le connessioni degli altri condomini. Inclusa quella del sottoscritto.

E così è iniziata la mia via crucis. Il customer support FastWeb è imbarazzante; per carità, gli operatori si sforzano di essere gentili (e lo sono, in genere), ma spesso non vanno oltre il disconnetta la centralina per dieci secondi.

E poi devo spiegare tutta la trafila, ogni santissima volta. Ma non hanno un database? Non prendono nota dei casini dei propri clienti? Perchè non danno un occhio al mio file mentre io pigio 1 e poi 3 e poi compongo il numero telefonico e poi 2 e poi ancora 3 e poi finalmente parlo coll’operatore? Morale: a ogni telefonata devo ripetere tutto. Ed è chiaro poi che un:

Senta egregio signore, ieri verso le cinque e mezza del pomeriggio la connessione si è improvvisamente interrotta e nonostante i tentativi di reset della centralina, compiuti disconnettendo la periferica per un numero di secondi variabile in base alla sequenza di Fibonacci, l’inconveniente non è rientrato, dimostrandosi permanente e non temporaneo come inizialmente supposto.

diventi:

 

Da ieri non va più un cazzo.

Infine, e questo è il lato più divertente, anzichè organizzare un’unica uscita del tecnico per tutti i clienti del condominio ai quali il precedente esperto ha fottuto la connessione, gli operatori di FastWeb organizzato uscite separate. Così: oggi io. E domani il signor Povia. E sabato i Manenti. E lunedì il Dottor Amato. E martedì i Riboldi.

E visto che FastWeb si appoggia a freelance o piccole agenzie locali, la risoluzione di tutti i problemi del condominio comporterà cinque uscite anzichè una. Insomma, costi e sforzi quintuplicati. Basterebbe ottimizzare le uscite per ridurre i costi. Un semplice softwarino di gestione del servizio tecnico, magari con add-on geografico che ti avverte din! din! ci sono due utenti nello stesso palazzo! ottimizzare! ottimizzare! Ebbene, oggi il tecnico arriverà a casa. E poi si vedrà. Nel frattempo sono isolato. Da due giorni (si, siamo obbligati a intervenire, ma entro 48 ore, mi ha detto minacciosa una delle operatrici). Ma io la storia delle uscite multiple proprio non la capisco. Ci provo, ma non c’è verso. Vabbeh. Aspettiamo.

 

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos