Add this site to your RSS reader!


Dove, proprio non lo so.

| | Comments (0)

Un tempo. Anni fa. Un tempo aspettavo che Dove e Gulliver uscissero in edicola. Con ansia. A fine mese. Dove, il nuovo (allora) mensile di viaggi. Nuove mete, scoperte. Dritte, suggerimenti, occasioni di viaggio. E poi Gulliver. Le città del mondo dove andare a vivere. Che articoli. Ti facevano venir voglia di far le valigie e trasferirti. E conosco un paio di persone che poi lo hanno fatto. Davvero. Ricordo ancora le pagine su Montreal. Austin. Barcellona. A dieci anni di distanza.

Oggi Gulliver è una glamourporcheria. Un catalogo di trendystronzate rivestito da magazine. Evito di spendere quei quattro euro; e li risparmio per altro – il mutuo della nuova casa, la raccolta firme anti-CdL, tre caffè macchiati in più, una moneta al vagabondo di turno. Comunque, sono spesi meglio. Dove invece lo compro ancora. In modo irregolare. Se l’immagine o il titolo in prima pagina mi attira. Ma poi lo leggo. E sospiro. E mi dico, questo è l’ultimo numero che mi porto a casa. Poi lo ricompro. Nella speranza che cambi.

E invece no. L’ultimo numero è un melange di cazzate di charme, cibo di classe, ristoranti glamour, capodanni trendy, oggetti di stile. Estraggo qualche passo. Significativo.

  • [Pagina 21] A Londra la tendenza spopola: nei locali cult del momento è protagonista il grande vino francese.
  • [Pagina 198] Sculture della Papua Nuova Guinea all’Hotel Urban, tra gli alberghi più trendy della capitale (Madrid, nota di giusec).
  • [Pagina 201] E’ il Glass Bar l’indirizzo cult della Madrid modaiola e di molti politici del vicino parlamento. Attesi anche per la notte del 31, all’insegna di musica lounge. Per sentirsi parte della farandula, come chiamano il popolo della notte, basta ordinare un Fressini, un must del locale.
  • [Pagina 216] India. Lusso facile in Kerala. Ha solo 32 grattacieli contro i 539 di Mumbay. (…) Eppure la città di Kochi è oggi la meta prediletta dei viaggiatori Europei. (…) La vera attrazione fatale sono le vacanze ayurvediche sulle spiaggie del Mar Arabico.
  • [Pagina 252] E’ trend l’abito blu. All’ultima mostra del cinema di Venezia, Clive Owen sfoggia un prototipo di Jaeger-LeCoultre e un blazer in velluto liscio, di seta, con camicia bianca, cravatta e pantaloni blu scuro.

E così via. Una lista infinita di cose trendy, di stile, glamour, must, cult, ayurvediche e di charme. Non c’è un luogo dove andare semplicemente perchè ci si è rotti i coglioni di stare in città. O per farsi due passi in santa pace. No. Si va in posti trendy e di stile. Si alloggia in alberghi di charme. Si fa shopping glamour. Si passa il tempo con trattamenti ayurvedici. Si spende mezzo milione in cazzate cult.

Capite allora quanto Dove mi faccia sospirare. Un sospiro glamour, naturalmente.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos