Add this site to your RSS reader!


Don’t mess with Texas.

| | Comments (0)

Irvine. California. Due donne. Età trentacinque anni. Circa. Caldo. Trenta gradi. Una delle due indossa un cappello da cowboy. Per ripararsi dal sole. Una dice with that hat you look like a Texan. L’altra sembra offendersi e risponde ehi, don’t insult me please. E aggiunge altre frasi – che non è il caso di riportare qui – sui Texani.

Una percentuale considerevole degli americani considera il Texas un mondo a parte. E in realtà lo è. Bandiere texane per le strade. Lo stato da il benvenuto ai visitatori con accoglienti cartelli come Don’t mess with Texas (Attento, non avere a che fare con il Texas). Stato, istituzioni, abitanti ultraconservatori. Lo stato di provenienza della famiglia Bush. Popolazione in maggioranza ispanica ma schiacciante presenza bianca al potere. Insomma, un posto dove uno come me difficilmente riuscirebbe a sopravvivere. E ne parlo con cognizione di causa: per otto anni ho lavorato per un’azienda texana. E ho visitato lo Stato della Stella solitaria almeno tre volte l’anno.


Per molti americani, il Texas è un inferno. Le battute sui Texani non si contano. In California poi, figuriamoci. E’ lo stato in cui un’insegnante (qui, qui, qui e qui) e una hostess di Delta (qui e qui) possono essere licenziate per delle foto online o per un blog. E’ lo stato che gestisce in maniera imbarazzante le problematiche sociali, la pena di morte, la difesa per l’ambiente. E’ lo stato che, fatta eccezione per Austin, la capitale, ha votato in massa per Mr. George Bush. Il grande amico del signor [innominabile].

Gli americani non apprezzano il Texas. E’ risaputo. Da tutti. Con una eccezione. Celebre. Il singor Rocco Buttiglione, che l’indomani del referendum sulla procreazione assistita affermò.

“The results of today mean that Italy is maybe more similar to Texas than to Massachusetts,” said Rocco Buttiglione, Italy’s culture minister and a friend of Pope Benedict. “Italians want a democracy with values – that values humanlife – and that is why they rejected this referendum.”

E gli americani – nessuno escluso – si chiesero il perchè. Perchè questo signore ce l’avesse così a morte col suo paese. Paragonandolo al discusso Texas.

Leave a comment

(required)

(required)

giusec’s tweets

Monthly Archives

Photos